Kdrama Netflix

Anteprima: START UP | tvN – Netflix (2020)

Titolo: Start Up

Introduzione: drama andato in onda sul canale tvN da ottobre a dicembre 2020, e disponibile dal 13 dicembre sulla piattaforma internazionale Netflix. Lo sceneggiato è stato prodotto da Studio Dragon e scritto da Park Hye- ryun, figura del panorama dei drama già famosa per aver scritto Dream High, I can hear your voice e While you were sleeping. 

Genere: romance, technology, slice of life.

Cast: Bae Suzy, Nam Joo-hyuk, Kim Seon-ho, Kang Han-na.

Trama © Kdrama Italia: Tutto ha inizio nei primi anni del 2000 quando, due sorelle Seo Dal-mi e Seo In-jae devono affrontare il divorzio dei genitori. Le due ragazze, legatissime, vengono così divise restando rispettivamente una con il padre, un uomo pieno di sogni e idee; e una con la madre che si risposerà costringendo In-jae a cambiare il suo cognome in Won. Dal-mi, nonostante le difficoltà economiche e la sua giovane età, sostiene suo padre e i suoi progetti finché un grave incidente non le porterà via l’unica figura genitoriale che ha. Comincia così a vivere con la nonna che nel frattempo per farle superare dapprima il divorzio e poi la prematura scomparsa paterna, le trova un amico di penna, Han Ji-pyeong, un ragazzo diciottenne e orfano che la stessa signora ospiterà, trattandolo come un figlio. Ji- pyeong per scrivere le lettere userà il nome di Nam Do-san, un ragazzino comparso su un giornale per aver vinto una medaglia a delle olimpiadi di matematica. Negli anni Ji-pyeong e Dal-mi si scambieranno diverse lettere finendo per innamorarsi. Passano quindici anni e nel frattempo nessuno dei due ha dimenticato l’altro, soprattutto quando Dal-mi rincontra sua sorella Won In-jae, una donna di successo che la provocherà in qualsiasi modo spingendola a mentire sull’essere ancora in contatto con Do-san. Ji-pyeong, ormai diventato un leader dello scouting di talenti tecnologici, nel frattempo, viene contattato dalla nonna affinché trovi il vero Do-san per interpretare il ruolo del vecchio amico di penna e accontentare Dal-mi. Destino vuole che il vero Do-san ha avviato un’attività con due amici, la Samsan Tech che non ha molte chances di sopravvivere al mercato. Do-san stringerà così un patto con Ji-pyeong, affinché salvi la sua compagnia, mentre lui si fingerà essere il vecchio amico di penna. Le cose non vanno come previsto, e finiscono tutti per investire i propri sogni in Sandbox, una sorta di Silicon Valley coreana che aiuta giovani talenti. E proprio qui, Dal-mi si ritroverà circondata da due amori: quello presente per Do-san, il genio della matematica; e quello per Ji-pyeong, il primo amore che continua a sostenerla. Chi sceglierà?

Episodi: 16 

Dove vederlo – link streaming: Disponibile su Netflix dal 13/12/2020 – QUI


Secondo Gina – la fangirl: Vi confermo che “Start Up” entra nella mia Top 5 dei drama più belli visti nel 2020. È uno di quei kdrama che io amo guardare: è narrato ai giorni nostri con una storia basata sia sul first che sul second lead, oltre che sui personaggi secondari che fanno da contorno, ma rendono il tutto migliore. C’è la storia d’amore che è sì importante, ma non è il perno della storia; il punto focale è la crescita sia personale che professionale dei personaggi, con un’evidente cambiamento durante le puntate, fino al raggiungimento dei propri obbiettivi.

Punti di forza: Il cast. Dai personaggi principali ai secondari. Abbiamo un triangolo amoroso che non è ostentato, ma ben calibrato. Nonostante io abbia tifato dal primo minuto per il First Lead – Nam Do-san – anche il Second – Han Ji-pyeong – ha avuto la sua parte importante ed è stato un bel personaggio che non è risultato opprimente nella relazione, anche se ci ha messo del suo per conquistare la Lead – Seo Dal-mi.

Tutti i personaggi secondari, inoltre, hanno avuto la loro importanza e io ho personalmente adorato la sorella di Dal-mi, Seo In-jae, che all’inizio può sembrare l’antagonista, ma in realtà è un bellissimo personaggio. Non posso non menzionare anche gli amici fraterni di Do-san che sono quei personaggi che entrano nel cuore senza troppo sforzo.

Punti deboli: Nessuno.

Voto Lead Couple: 10 per Dal-mi e Do-san. Io ho tifato per loro dal primo minuto e li ho trovati molto dolci e con una bella chimica.

Voto Second Lead couple: 8 per Dal-mi e Ji-pyeong. La loro storia è molto bella perché dura da anni, ma la menzogna che lui ha portato avanti mi ha un attimo irritata.

Colonna sonora – OST preferita: “Future”, Red Velvet.

“Running”, Gaho.

Voto: 10

Secondo Marika – la drama finder: ho cominciato questo drama per la presenza di Nam Joo-hyuk, già visto in “Weightlifting fairy Kim Bok-jo” e in “Moon lovers”. Personalmente, mi dispiace dirlo, penso che il second lead Kim Seon-ho che interpreta Han Ji-pyeong, abbia superato Nam Joo-hyuk che ha il ruolo da first con Nam Do-san. Il personaggio di Ji-pyeong nel drama si distingue senza troppa fatica e si fa amare per la sua storia passata e presente. Mi spiego meglio: Do-san è una figura dolce e impacciata nel suo essere geniale. Finisce per innamorarsi della lead, ma non ha quel carisma che contraddistingue il second che, nonostante il carattere duro e scontroso, ha un lato umano che commuove. Nam Do-san inizialmente si presenta come un ragazzo nerd, timido e quasi goffo che si sente inferiore a Ji-pyeong e a volte ha scatti di antipatia e di immaturità. Poi, verso le ultime puntate, il nostro genio passa dall’essere introverso all’essere disinvolto, spigliato e sicuro come a voler sfidare apertamente il second lead. E proprio a proposito di quest’ultimo, si presenterà dapprima come un uomo diffidente e distaccato dal mondo, e poi come una figura più aperta e sorridente. Dal canto mio posso dire di aver amato Han Ji-pyeong per la storia della sua vita e per la forza che dimostra nonostante tutto, per l’affetto che lo lega indissolubilmente alla nonna di Dal-mi e per essere sempre presente per la lead in ogni momento e difficoltà.

Punti di forza: il second lead che ha spaccato in due il fandom del drama; e Seo In-jae, sorella della lead che anche se apparentemente potrà sembrare antipatica, ha un ruolo fondamentale e si rivelerà essere un bellissimo personaggio. Un altro merito, a mio avviso, va ai personaggi secondari che fanno parte di Sandbox: divertenti, ironici e interessanti. 

Punti deboli: sinceramente in alcune scene non ho compreso il passare da impacciato a immaturo del lead Do-san. 

Voto Lead Couple: 9 per Do-san e Dal-mi che nonostante tutto sono dolci come coppia. 

Voto Second Lead couple: 9.5 per Ji-pyeong e Dal-mi perché mi hanno dato più emozioni, a partire dalle lettere da adolescenti, fino alle interazioni da adulti.

Colonna sonora – OST preferita: TUTTE!

Voto complessivo: 9.5

Curiosità: la produzione durante la messa in onda del drama, ha notato il fandom spaccato a metà tra TeamDosan e TeamJipyeong e così, per curiosità (la storia era già stata delineata e impossibile da modificare) hanno lanciato su internet un sondaggio su chi dovesse essere il first lead. I knetizens (persone coreane molto attive su internet) hanno votato l’81% in favore di Han Ji- Pyeong e il 18% in favore di Nam Do-san. 

E voi che team siete? Fatecelo sapere!

____

Credits immagini: Google

Credits video: Youtube – The Swoon

Author

kdramaitalia@gmail.com
Kdramer since 2017.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: