Kdrama Netflix

Daebak Fail: DO DO SOL SOL LA LA SOL | KBS2 – Netflix (2020)

Titolo: Do Do Sol Sol La La Sol 

Introduzione: drama andato in onda sul canale KBS2 tra ottobre e novembre 2020 che vede alla sceneggiatura Oh Ji-young, autrice di altri due drama famosi come “Shopping King Louis” e “Terius behind me”.

Genere: commedia, romantico.

Cast: Go Ara, Lee Jae-wook, Kim Joo-hun.

Trama © Kdrama Italia: Tutto comincia con le nozze fallite della pianista Goo Ra-ra che in seguito alla morte del padre nel giorno del suo matrimonio, viene abbandonata dallo sposo che, non esita a scappare. Come se non bastasse- in un giorno così doloroso- si aggiunge la perdita di tutte le sue ricchezze, trasformandosi in un attimo da ricca ereditiera a ragazza povera e sola al mondo. Cominciano così le sue peripezie e sfortune che tenta di affrontare con il sorriso e qualche foto postata sui social. E proprio lì le scriverà Mr. Dodosolsollalasol invitandola a trasferirsi a Eunpo, una cittadina di campagna. Ra-ra ingenua e fin troppo buona, decide di partire e scoprire chi si cela dietro quel nome. A Eunpo incontra Sunwoo Joon, un ragazzo apparentemente scontroso e distaccato che la aiuterà ad ambientarsi e ad aprire un’accademia di pianoforte, chiamata La La Land.  

Episodi: 16 

Dove vederlo – link streaming: Netflix


Secondo Marika – la drama finder: Ero davvero entusiasta quando ho cominciato questo drama: da un lato perché adoro entrambi gli attori protagonisti; dall’altro perché sembrava una storia promettente che avrebbe potuto portare in scena qualcosa di diverso. Mai parere fu più sbagliato. Nonostante la bravura degli attori protagonisti che cercano di rendere il drama come qualcosa di dolce e interessante, la storia (quasi inesistente) fa acqua da ogni lato. Per circa quattordici episodi assisterete a Goo Ra-ra che, con il suo carattere fin troppo ingenuo e bambinesco, cercherà di adattarsi ad una nuova vita da adulta e non più da preziosa principessa figlia di un uomo ricco. Per fare ciò viene aiutata da diverse persone, primo Joon che si barcamena tra diversi lavori part-time per guadagnare soldi e mantenerla. Come se non bastasse, lui nasconde dei segreti relativi alla sua famiglia e alla sua vera identità, però questo non lo frenerà dal provare sentimenti per la lead che impiegherà giusto dodici episodi per capirlo. Gli spazi lasciati vuoti da un’assente storia d’amore e un’inconsistente trama, vengono riempiti dai continui incontri di un gruppo di “ahjumma” capitanate dalla parrucchiera Jin Sook-kyeong, madre di Ha-yeong, un’adolescente petulante e perennemente innamorata di Joon; dagli incontri tra Ra-ra e il Dr- Cha, invaghito di lei; e dal continuo e imperterrito suonare le stesse identiche canzoni al pianoforte. E fin qui, direte “be’, dai è sopportabile”, e sarei anche propensa a darvi ragione, ma gli ultimi due episodi sono l’apoteosi del “buttiamo qualsiasi cosa nella minestra”. Tutto il mondo arcobaleno viene capovolto, e cominciano a comparire malattie mortali improvvise che durano pochissimo; partenze sofferte; tira e molla; pianti infiniti; ti voglio- non ti voglio; morti non morti. Fino a raggiungere l’apice in un finale di dieci minuti in cui ritorna l’arcobaleno senza una spiegazione plausibile. Vi pare normale?

Punti di forza: Sicuramente l’attore lead, Lee Jae-wook che si era già dimostrato bravissimo in altri drama, come second lead. 

Punti deboli: Tutto? Diciamo che la trama e il personaggio dell’attrice protagonista non spingono ad una visione interessante. 

Voto Lead Couple: 4 per Sunwoo Joon e Goo Ra-ra, anche se le scene d’amore sono pochissime.  

Voto Second Lead couple: 4 per Ji Ha-yeong e il suo amico di scuola Lee Seung-gi. 

Colonna sonora – OST preferita: nessuna. 

Voto complessivo: 4. 

Credits immagini: Google

Credits video: Youtube – The Swoon

Author

kdramaitalia@gmail.com
Kdramer since 2017.

Comments

Giusy
11/01/2021 at 12:39 AM

Concordo pienamente su punto scritto di questa recensione: gli ultimi episodi! Ma come è stato possibile? Un drama così allegro, sorridente e improvvisamente malattia, una morte e, e per non farci mancare nulla, una finta morte? Non trovo il senso di averci aggiunto questa malattia. Questo drama mi ha fatto sorridere, ridere e trovarmi catapultata improvvisamente in un dramma assoluto mi ha disorientato! Va bene vogliamo accettarlo, ma lui che poi ritorna? Inscenare una finta morte? Le lacrime della mamma false? Ma perché? Ok che è una finzione, una serie tv, ma come si fa a perdonare ciò? Abbiamo accettato che Jun nascondeva la sua storia, che insomma è la base della trama, ma non si è mai avuta un’evoluzione del personaggio, perché si è ritrovato sempre a mentire. Mentire sulla finta fidanzata, le foto, lo studio all’estero e, cosa ancora peggiore, la sua morte!
Detto ciò, trovo queste scelte del tutto non in linea con l’andatura del drama, che era essenza di risate, clima sereno, con il pizzico di dramma giusto. Se Ra Ra e Jun dovevano stare insieme che fosse finita direttamente che lui veramente completava l’università e tornava da lei, anche con qualche episodio insieme. Perché inscenare una morte, malattia, se poi lui in tutto ciò ritorna da lei.
Questo è il mio parere



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: