OMO, YEPPEUDA!⁓ (Oooh, pretty!) #skincarespecialpost

OMO, YEPPEUDA!⁓ (Oooh, pretty!) #skincarespecialpost

21/10/2020 0 Di kdramaitalia

Miei cari Korea addicted ben ritrovati!

Poco tempo fa ci siamo imbarcati in un viaggio all’insegna dei cibi più tradizionali e strani della cultura coreana, cibi che rappresentano le fondamenta della società. Questa volta invece, vi porto nel magico mondo – senza uscita – della skincare, un rituale tanto antico, quanto moderno e super efficace! Tutto affonda le radici nella dinastia Goryeo nel 918 (e finita nel 1392), quando le donne cominciano a dedicarsi alla cura del corpo attraverso prodotti naturali, e compaiono i primi cosmetici. Durante questo periodo, elemento essenziale di oli e creme in vasetti di ceramica era la rosa normale e la rosa di Bulgaria, entrambe le tipologie famose per le proprietà nutritive e illuminanti. Con l’arrivo dell’epoca Joseon (1392-1897) invece, le donne concentrano maggiormente l’attenzione sulla cura dei capelli e su delle peculiarità del viso come la rotondità della bocca, l’elasticità delle pelle, e la grandezza del naso. 

Le cose cambiano invece all’inizio del 1900, quando con l’avvento dell’occupazione giapponese e l’apertura ai contatti occidentali, si diffonde un modello di bellezza diverso e la cura per se stesse, viene vista come un’arma da utilizzare per esprimere la propria libertà di pensiero ed eliminare il divario tra le classi sociali. A partire dagli anni ’50 poi, si diffonde la moda della chirurgia plastica, inizialmente pensata per i soldati sfigurati dalla guerra e poi affiancata dallo sviluppo economico e trasmutata ai nostri giorni per seguire precisi canoni di bellezza occidentale (in particolar modo italiana): come rifarsi un naso aquilino, labbra piene, occhi grandi e la famosa V-line (volto di forma allungata). E proprio negli ultimi decenni, le aziende cosmetiche hanno lanciato una massiccia produzione di prodotti largamente utilizzati in Corea, da esportare in Occidente per creare un vero e proprio trend. Così grazie ai drama, al passaparola, ai magazine e alla pubblicità dei social, tale beauty trend si è diffuso facilmente in Europa e in Italia attirando tantissimi appassionati e guru della cosmesi. 

Ma in sostanza, che cos’è la skincare coreana, e perché ha così successo? 

La particolarità di questa tradizione si riassume in 10 step (da effettuare alcuni appena svegli e prima di andare a dormire/ e altri una due volte a settimana) che prevedono dapprima una pulizia profonda della pelle, e poi un’idratazione mirata delle diverse zone del volto. Di seguito vi elenco i diversi passaggi e i relativi prodotti che ho testato io in questi ultimi tre anni. Personalmente, io ho una pelle normale che in temperature estremamente fredde o calde tende a diventare sensibile e a tirare, però cercherò di suggerirvi anche i co-rispettivi prodotti per pelli grasse.

PREMESSA: i siti e i link che vi riporto sono dei negozi affidabilissimi italiani da cui ho acquistato prodotti, quindi non sono sponsorizzati in alcun modo. Sono dei semplici consigli. 


Gli step

  • Prima detersione del viso con prodotti a base oleosa: si applicano su pelle asciutta. Questa prima azione serve per rimuovere make up, impurità e sebo ed è indicata per tutti i tipi di pelle. 

Prodotti consigliati: Gentle Black Deep Cleansing OilNatural Cleansing OilBelif Cleansing Gel Oil EnrichedNature Republic Forest Garden Cleansing Oil.

  • Seconda detersione del viso: questa volta con detergenti a base acquosa, i famosi prodotti foam, le mousse, o le saponette apposite. Questa nuova fase, serve per rimuovere la polvere, le particelle di impurità più a fondo e le cellule morte. Mattina/Sera

Prodotti consigliati: Laneige Moisturizing Cream CleanserMulti deep clean cleaserBlueberry Real Fresh Foam CleanserKlairs Pore Gentle Black Charcoal SoapKlairs Face Rich Moist Facial Soap.

  • L’esfoliazione: procedura che andrebbe effettuata una volta ogni 10 giorni per pelli secche/ sensibili, e una o due volte a settimana per pelli grasse.  E viene indicata particolarmente per purificare la pelle e i pori, rinnovare le cellule, e controllare l’eccesso di sebo. Esistono due tipi: l’esfoliazione con prodotti enzimatici biologici, e dunque più delicati; e i famosi scrub con azione più diretta.

Prodotti consigliati: Bio Peel Gauze Peeling Green TeaBenton Pha Peeling GelReal Cica Pad.

  • Tonico o toner: serve per riequilibrare il ph della pelle e a prepararla per la fase d’idratazione. Di questa categoria fanno parte anche i face mist, e vi consiglio di scegliere sempre tonici senza alcool. Di norma va applicato di mattina e sera con un dischetto di cotone o i famosi silky pads per il viso.

Prodotti consigliati: Coconut Milky MistKlairs Supple Preparation Unscented Facial TonerBenton Deep Green Tea Toner Laneige Water Science Skin Refreshing Mist.

  • Essence: questo è un passaggio necessario nella skincare coreana poiché serve ad idratare profondamente e a lenire la pelle. Di questa categoria fanno parte le ampoule e le first essence di consistenza gelatinosa e acquosa.  Mio consiglio è quello di applicarlo direttamente con le mani e piuttosto che spalmare il prodotto, picchiettarlo sul volto con le punte delle dita. Mattina/ Sera

Prodotti consigliati: Time Revolution Nutritious EssenceUrang True Rose Repair EssenceLaneige Water Bank Hydro Essence.

  • Booster e sieri: step non necessario, ma utile ad illuminare l’incarnato e ad agire su problemi specifici del viso e su zone precise. 

Prodotti consigliati: Klairs Rich Moist Soothing Serum G9 Skin White In Milk Capsule Serum Collagen 100.

  • Contorno occhi: questo è uno dei passaggi necessari per mantenere uno sguardo riposato, giovane e fresco; e diversi sono i prodotti da poter utilizzare dalle maschere apposite, ai patch, alle creme. Queste ultime, vanno applicate con gli anulari delle mani e picchiettate con le stesse dita delicatamente. Perché? Gli anulari sono le dita delle mani con meno forza e pressione, quindi vanno a creare un leggero massaggio senza aggredire la zona delicata del contorno occhi e ad accentuarne rughe e occhiaie. Da applicare mattina e sera.

Prodotti consigliati: Pink Blur Hydrogel Eye Patch – Shangpree Gold Black Pearl Eye Mask Mini Laneige Eye Sleeping Mask Rose Absolute Eye CreamKlairs Fundamental Eye Awakening GelVillage 11 Factory Moisture Eye Cream.

  • Maschera viso: un passaggio non richiesto sempre, ma almeno una volta a settimana. Esistono le sheet mask (in tessuto imbevute di prodotto), le maschere in Hydrogel (in silicone), le bubble mask (dopo pochi minuti diventano schiumose), le peel-off mask (da stendere e una volta seccate da tirare come se fossero pellicine). Tutte validissime e da tenere sul viso dai 15 ai 20 minuti. 

Prodotti consigliati (in questo caso solo alcune perché sono davvero tante): tutta la sezione Sheet Mask di Maison Loo – QUI.

Tutta la sezione Sheet Mask di Miin Cosmetics – QUI.

Berrisom Brighten Fruit Soda Bubble MaskShangpree Black Pearl Premium Modeling Rubber Mask Laneige Water Pocket Sheet Mask Water Bank .

  • Crema viso: lo step che io considero fondamentalissimo da applicare mattina e sera. Le creme, di diversa consistenza e formulazione sono utili per idratare la pelle, lenirla, riequilibrarla, distenderla, elasticizzarla e creare uno strato protettivo contro gli agenti atmosferici. 

Prodotti consigliati: Super Aqua 10 Hyaluronic Acid Ultra Hyalron Balm Cream Original – Pomegranate Nutri Moisturizing CreamMisa Geum Sul Rejuvenating CreamRich moist soothing creamKlairs Midnight Blue Calming Cream Village 11 Factory Moisture Cream .

  • Protezione solare: ultimo step, se volete proteggere la vostra pelle dall’invecchiamento e dai raggi UVA e UVB.

Prodotti consigliati: Suntique I’m Safe For Sensitive SkinKlairs Illuminating Supple Blemish Cream Spf 40, Pa++ .

Conclusione:

Personalmente, non seguo tutti gli step perché la mia pelle non ne sente un bisogno necessario e tra quelli che effettuo quotidianamente, li suddiviso tra mattina e sera. Appena sveglia, applico la detersione a base acquosa, un face mist (categoria toner), crema occhi, e la crema viso e nel caso ci siano zone in cui la mia pelle tira o ha bisogno di maggiore idratazione, applico una penna-siero di Laneige (WATER BANK HYDRO PEN, la trovate da Sephora). La sera invece, se occorre rimuovere del make up, comincio con la detersione a base oleosa, altrimenti direttamente con una detersione a base acquosa, per poi proseguire con la crema occhi ed una essence, che sostituisco alla crema viso. Ogni 10-15 giorni effettuo un’esfoliazione, e una volta a settimana una maschera.

Ovviamente, ogni persona ha un determinato tipo di pelle e determinate esigenze e ciò che va bene per me, potrebbe risultare poco o molto per altre persone. Il mio consiglio è quello di trovare un equilibrio in cui si prediligono prodotti leggeri appena svegli, e prodotti più intensi e a maggiore idratazione di sera, poiché la pelle di notte si rigenera. Inoltre, ulteriore mia personale raccomandazione è quella di variare tra i brand dei prodotti e sperimentarne diverse tipologie per far sì che la pelle rimanga attiva e non assuefatta dallo stesso prodotto. 

In conclusione, spero che questo piccolo viaggio nel mondo della skincare coreana vi sia piaciuto e sia stato interessante.

Se avete delle domande o delle perplessità, non esitate a contattarci e a chiedere!

Jal Gayo! (Bye bye) 

____

Credits immagine di copertina: Karolina Grabowska da Pexels