Guarda il trailer su Viki.com

Titolo: Memorist 

Introduzione: Drama andato in onda da marzo ad aprile 2020 sul canale tvN, è uno sceneggiato tratto dall’omonimo webtoon (fumetto digitale tipico della Corea del Sud) pubblicato sulla piattaforma Daum e realizzato da Jae-hoo. Inoltre, essendo un drama ad alto budget, alla produzione spicca nientepopodimeno che Studio Dragon, azienda famosa per aver supportato diversi progetti famosi. 

Genere: thriller, psicologico, mystery, fantasy.

Cast: Yoo Seung-ho, Lee Se-young, Jo Sung-ha.

Trama © Kdrama Italia: Dong Baek è un detective speciale: ha il potere di leggere la mente e i ricordi delle persone, sfiorandole semplicemente. A questo si aggiunge che ha un carattere facilmente irascibile se messo difronte a ingiustizie e soprusi e non fa che creare casini ogni volta che un malvivente incrocia la sua strada. Ma dietro questo suo aspetto ribelle, si nasconde un’anima gentile e altruista con un passato di cui non ricorda assolutamente nulla. Nella stessa stazione centrale di polizia, lavora anche la geniale profiler Han Sun-mi, una giovane donna che a causa dell’assassinio del padre, decide di dedicare la sua vita alla ricerca di quei labili collegamenti che possono condurla al killer. Un giorno, una serie di morti ingiustificate, spingono Dong Baek ad allearsi con Han Sun-mi per scoprire chi è l’artefice. Ma più le informazioni si fanno reali e tangibili, più si scopre che il famoso killer è collegato ai loro passati oscuri. 

Episodi: 16

Dove vederlo – link streaming: Viki


Secondo Gina – la fangirl: Non sono una divoratrice di thriller, ne guarderò 5 all’anno se va bene, ma spinta dalle mie due colleghe – Angie e Marika – e dalla presenza di Yoo Seung-ho (che amo) ho iniziato la visione di “Memorist”. Fin dalla prima puntata capisci che non uscirai salva dal tunnel di questo kdrama perché è ciò che fa: ti ammanetta e ti porta con sé puntata dopo puntata. Nonostante tu abbia sete di sapere questo drama non ti regala risposte alle molte domande che nascono minuto dopo minuto, anzi ne aggiunge sempre di più. C’è da mettersi il cuore in pace: i pezzi del puzzle andranno tutti al loro posto solo nell’ultimo episodio. È un thriller molto corposo, soprattutto a livello emotivo; è simile a un pugno nello stomaco quindi dovete essere nel mood giusto per guardarlo, se non prediligete questo genere, perché le scene, anche se non “sanguinolente”, sono visivamente potenti ed è questo uno dei punti di forza del drama.

Punti di forza: Yoo Seung-ho. Non è il primo kdrama che guardo con lui protagonista, ma in questo si è superato! Oltre alla sua interpretazione menzione d’onore va agli sceneggiatori: fino al sedicesimo episodio non ti fanno capire chi possa essere il villain.

Punti deboli: nessuno… e io non sono una che guarda tanti thriller.

Voto Lead Couple: 10 per Dong Baek e Han Sun-mi che, nonostante l’assenza di scene romantiche, il loro affiatamento è innegabile.

Voto Second Lead couple: 9 per Kang Ji-Eun (la giornalista, uno dei miei personaggi preferiti) e il poliziotto, collega del protagonista, Oh Se-Hoon: semplicemente adorabili.

Colonna sonora – OST preferita: In questo drama non ci sono canzoni cantate, ma solo strumentali, per questo cito la ending: “Till the end” di Lee Seung Yeol.

Voto complessivo: 9

Secondo Angie – la profiler romantica: “Memorist” è un drama che rimane impresso nella memoria, e scusate il gioco di parole. Mi piace definirlo cervellotico, perché è intriso di un mistero le cui radici si ritrovano nel passato, un mistero che sarà svelato grazie all’acume dei due protagonisti. Se siete di quelli che dicono “Io scopro subito l’assassino”, io vi dico che, per quanto vi impegnerete, non riuscirete ad arrivarci se non verso le ultime due puntate, quando la stessa storia vi darà le carte per svelare l’identità del cattivo. Quindi sì, cervellotico, un vero rebus che si districa lungo tutti i sedici episodi, tra azione, ironia, eventi inspiegabili ed enigmi che vi faranno impazzire. Ho apprezzato il fatto che non fosse per niente splatter come spesso accade nei drama di stampo Thrilleresco. È un thriller elegante, con parecchio senso dell’umorismo, con dei protagonisti a tutto tondo e con un signor cattivo per cui, oso dire, potrete provare addirittura ammirazione, nonostante tutto. 

Punti di forza: Il drama in sé è già un punto di forza. Ma se vogliamo essere precisi, di sicuro vanno menzionati i due protagonisti principali, due caratteri opposti che si amalgamo alla perfezione e tengono in scacco l’intera vicenda.  Le spalle dei due: una squadra perfettamente inserita nel contesto che regge magistralmente il protagonismo delle figure principali. Il cattivo: scritto senza nessuno stereotipo o cliché che, per deformazione professionale (sono scrittrice non serial killer, si intende) ha suscitato la mia massima ammirazione.

Punti deboli: nessuno.

Voto Lead Couple: 10. Rischio di ripetermi ma questa è una signora coppia. Senza ficcarci dentro neanche mezza scena romantica, perché il loro rapporto resta su un piano strettamente platonico, hanno impresso nel loro duo una potenza e un impatto visivo simile da risultare emotivamente coinvolgenti a un livello altissimo.

Voto Second Lead couple: 9,5. La giornalista e il poliziotto. Un titolo perfetto che identifica i comprimari. Anche la loro storia, marginale a dire il vero, non regala gioie alle romantiche, ma si percepisce che love is in the air. La verità è che in questo drama, una storia d’amore, una qualsiasi, avrebbe stonato come una campana che risuona in solitaria. Giornalista e poliziotto sono perfetti come sono stati.

Voto speciale Villain: Il cancellatore: una figura talmente carismatica che vi farà rizzare i peli delle braccia solo a sentirla nominare. Un cattivo con la C maiuscola come ne sono stati scritti pochi.

Voto complessivo: 10 e lode

Secondo Marika – la drama finder: Personalmente, non ho mai visto un drama del genere così articolato, enigmatico e pregno di mistero. Se negli sceneggiati passati, gli indizi erano palesi e quindi, si riusciva in qualche modo ad intuire il villain o il finale, in questo caso assolutamente no! L’autore Jae- hoo ha creato una storia così fitta ed intricata da svelare ogni mistero soltanto alla fine. Tutto ruota intorno alla storia di Dong Baek, un giovane uomo geniale e talentuoso che fa buon uso dei suoi poteri cercando di vendicare le ingiustizie; e Han Sun-mi che non si lascia distrarre da niente e nessuno. Tra i due inoltre, non nascerà nessuna storia romantica, o meglio: per un occhio attento, sarà possibile notare piccoli particolari fatti di attenzioni, ma non vi aspettate romanticismo puro, non c’entrerebbe assolutamente nulla con l’intera vicenda e risulterebbe una forzatura.

Punti di forza: Da un lato Dong Baek e Han Sun-mi che grazie alla loro perspicacia si lanciano in una corsa contro il tempo alla ricerca di un villain introvabile e nascosto in bella vista; dall’altro Eraser, il cattivo per eccellenza che è talmente perfetto e geniale da suscitare in me tanta stima verso il suo creatore. Non vanno dimenticate le vicende strettamente intrecciate tra loro, complesse e particolari.

Punti deboli: assolutamente nessuno.

Voto Lead Couple: 10 per Dong Baek e Han Sun-mi che nonostante non mostrino romanticismo, hanno una chimica pazzesca.

Voto Second Lead couple: 9 per la giornalista Kang Ji-Eun e il partner di Dong Baek, Oh Se-Hoon. Un’altra coppia che buca lo schermo. 

Voto speciale Villain: 10 per Eraser. Un villain del genere non l’ho mai visto in nessun drama. 

Colonna sonora – OST preferita: nessuna. Non per gusti, ma per l’assenza di ost cantate, sono presenti quasi esclusivamente instrumental (ost fatte solo di musica).

Voto complessivo: 10 pienissimo. 

Curiosità: durante le riprese di Memorist, Jin dei BTS ha inviato un coffee truck (furgoncino del caffè) al suo amico Yoo Seung-ho, rendendo pubblica un’amicizia di lunga data, sconosciuta ai più. 

____

Credits immagini: Google

Credits video: Youtube